mercoledì 20 gennaio 2010

Chi c’ha rubato il Natale?

Dicembre, il Natale è alle porte…di tutti i paesi della valle tranne che di Solbiate. Nessuna luminaria ( a differenza degli anni passati), solo alberelli e balconi con qualche lucina e dei festoni, presenti per merito della Pro Loco, che di sera però risultano invisibili. A Gorla Minore invece, la strada che attraversa il paese è completamente coperta da luci che , pur essendo semplici, garantiscono una piacevole atmosfera natalizia mentre a Marnate non si sono limitati ad addobbare l’asse centrale ma anche le traverse sulla stessa…
E a noi chi c’ha rubato il Natale? Forse il Grinch aveva qualche conto in sospeso con la giunta attuale e si è portato via le luminarie?
A parte gli scherzi…non si pretende certo un paese ai livelli di Merano o Bolzano (io ci sono appena andato e ve li consiglio perché nel periodo natalizio, con i mercatini, sono decisamente belli) e neanche di Marnate, ma che si montino, ne più e ne meno, le vecchie luci degli anni scorsi perché ad oggi solo il Grinch è contento .

Gennaio, le feste sono finite, e i verdi festoni pendono ancora sopra le nostre teste. Quando verranno tolti?
Ai posteri, o meglio, all’amministrazione l’ardua sentenza.
N.I.

6 commenti:

Anonimo ha detto...

1- Se lo Spirito Natalizio si misura solo in quantità di luce diffusa dalle luminarie e di watt consumati, siamo già messi male in partenza. 1 punto alle ghirlande.
2- Se è vero che i festoni messi a Solbiate sono invisibili di notte, altrettanto vero è che sono stati molto più visibili di giorno, al contrario delle luminarie. 2 punti alle ghirlande.
3- Costo preparazione ghirlande, allestimento e messa in opera: 150 euro. Tanti punti alle ghirlande.
4- Come mai non c’è stato nessun commento sul presepe (illuminato) messo nella Piazza del Sacro Cuore?? E magari anche un confronto con quelli fatti dagli altri comuni??

La Pro Loco ha contribuito molto a questo, ma non dimentichiamoci anche di chi lavora, e che non sempre fa parte della Pro Loco ma lo fa per puro spirito di collaborazione, al contrario di quelli che si lamentano dell'assenza delle luminarie.
Ritengo la polemica espressa nel blog stupida e inutile.
Ora, caro N.I., alzi pure la testa, immaginando com’era il centro del paese con le ghirlande, senza paura che le caschi nemmeno un ago di pino negli occhi…

Portavoce de “Gli amici del…”

P.S.: La aspetto al falò della Gioebia giovedì sera, le offriremo da bere!

Stefano ha detto...

Vi segnalo questa notizia:

http://www.ilgridodeipoveri.org/gdp/a/30768.html

Mi sembra che il Sindaco di Cassinetta di Lugagnano sia stato, in questa occasione, praticamente perfetto.

Stefano Catone
PD Solbiate Olona

Anonimo ha detto...

Condivido pienamente quanto sostiene Stefano: quella di Cassinetta è stata una scelta a sostegno di popolazioni bisognose, ma quella di Solbiate no! La nostra giunta NON ha detto che i soldi, invece che essere spesi per una cosa superflua come le luci, venivano destinati ad altri scopi! Qui è solo un problema di soldi che mancano sia per una cosa superflua, come le luci che per le cose veramente importanti, come il C.A.G.. Possibile che nessuno si ribelli alla chiusura del CAG!? Perchè solo per i ragazzi di Solbiate cattolici c'è un'offerta di aggregazione e per gli altri non cattolici no?

i.n. ha detto...

Ma che astio...se leggesse tra le righe,si accorgerebbe che si da merito alla Pro loco per la preparazione e l'allestimento delle ghirlande e demerito all'amministrazione. Quindi mi sembra 'inutile e stupido' prendersela così tanto se fa parte della Pro Loco o se è solo una di quelle persone che lavora per puro spirito di collaborazione...sempre che sia così.
P.S:
- tanti punti alle ghirlande e alla Pro Loco
- 0 punti all'amministrazione
- meno tanti punti a lei che,pur facendone parte, non ha capito che la critica non è contro le uniche persone che si sono preoccupate di abbellire il paese ma ad altri(sempre che non faccia parte anche di questi)...

Anonimo ha detto...

Vi re-inoltro un commento già lasciato settimana scorsa, ma mai pubblicato.
Spero che questa volta vada a buon fine.

Caro N.I.

le sue parole hanno evidentemente l'obiettivo di criticare l’attuale amministrazione e non è certo mia intenzione difendere le loro scelte, ma le sue parole hanno però toccato nel vivo chi, come me, ha partecipato al tentativo di creare a Solbiate un evento per rivivere il vero spirito natalizio e nessuno, mi creda, ha rubato nulla, non è il primo anno senza luci e forse non sarà l’ultimo.

Non c’è bisogno di leggere tra le righe, ma se lei chiude il suo intervento “criticando” le ghirlande (“Gennaio, le feste sono finite, e i verdi festoni pendono ancora sopra le nostre teste. Quando verranno tolti?”) indirettamente critica tutti i volontari che al freddo di sera, dopo il lavoro, fino a tarda notte le hanno fatte, le hanno appese e le hanno poi tolte.

Se però la sua osservazione finale consiste nel fatto che al 20 gennaio queste erano ancora appese, forse non ha mai notato che le luminarie a Solbiate,quelle che tanto piacciono, gli scorsi anni non sono state tolte tanto prima, ma quelle forse, una volta spente, nessuno le nota.

La prossima volta che vuol colpire qualcuno spari direttamente a bersaglio e non nel mucchio perchè finisce col ferire le persone sbagliate.

G.L.

Per Solbiate ha detto...

Prima di tutto ci scusiamo per la pubblicazione solo ora del tuo commento: quello precedente non ci è pervenuto.
Mi permetto però di fare un po' da moderatore.
Lo scopo di questo blog non è ferire o denigrare nessuno! Si vuole solo dare spazio alla discussione e, come ben sai, la base della democrazia è proprio la discussione che però deve essere corretta, rispettosa, intelligente.
Inoltre, non per "lisciare nessuno" ma per fortuna che a Solbiate esistono tanti volontari! Tante associazioni! Approfittiamo per ringraziare per la bella serata della Gioebia: la protezione civile, la pro-loco, gli "amici del ...", gli alpini, i volontari della SOS (almeno questi sono i gruppi che abbiamo individuato, magari hanno lavorato anche altri e non li abbiamo visti).
Per fortuna che qualcuno si è impegnato ad abbellire il paese per Natale e ci sentiamo di ringraziare anche i ragazzi delle scuole perchè l'idea dei presepi era proprio bella. Il pomeriggio in piazza con le bancarelle, il presepe, il Babbo Natale "super" ed i folletti... Penso che N.I. voleva solo rimarcare come a tanto impegno dei volontari non sia corrisposto un "minimo impegno" da parte dei nostri amministratori, in questa occasione ed in tante altre occasioni molto più serie ed importanti.